La Fata della Zucca

Libri e Pasticci in Cucina

Recensione del mitico! CUCCHIAIO D’ARGENTO (Ricetta per i Ravioli Classici)

su 25 maggio 2012

Ci sono ricettari e ricettari. E poi c’è LUI, una vera e propria icona per intere generazioni.

IL NUOVISSIMO CUCCHIAIO D’ARGENTO (Ravioli classici di carne), Domus Editore

È uno dei libri di cucina più vecchi che ho. Ho la sensazione che sia cresciuto con me (e in effetti in un certo senso è così, gonfiato da anni e anni di foglietti e fogliettini di appunti!) e di averlo sempre avuto tra i miei scaffali; un compagno di viaggio di lunghissimo corso che non mi ha mai lasciato da sola: la mia edizione risale al 1988, mi è stato regalato che ero ancora una bambina (nel vero senso della parola!!!). Me lo ricordo impacchettato nel mio primo trasloco, fidato amico negli anni universitari e pietra miliare dei primi tentativi di cene un po’ più impegnate di una pasta con il tonno…quando la nostalgia di casa si faceva sentire non c’era niente di meglio che sfogliarlo alla ricerca di una ricetta abbordabile, con il gusto di casa.🙂

E poi ancora, fidato compagno di avventure più o meno lontane da casa, fino ad approdare nella libreria del mio soggiorno, dove sono sicura che mi osservi, placido e sereno, come un vecchio amico.

Il Cucchiaio d’Argento ha bisogno di pochissime presentazioni:  credo che sia il ricettario italiano per eccellenza, è indubbiamente un grande classico.

Dentro al Cucchiaio d’Argento c’è TUTTO e non è un modo di dire.

Qualsiasi tecnica tradizionale, qualsiasi preparazione di base, ogni tipo di variante sulle tematiche della cucina classica c’è. È davvero una sicurezza, una pietra miliare per ogni maniaco collezionista di libri di cucina come la sottoscritta.

Una quantità di ricette sterminata, ci sono così tante idee da far girare la testa! Un ricettario tutta-sostanza: pochi fronzoli, poche foto e tantissime ricette.

Come tutti i grandissimi ricettari mi provoca un po’ di vertigini: troppi input in un tempo troppo breve anche se…è lo stesso libro che mia mamma e mia nonna hanno sfogliato alla ricerca di ispirazione…wow!🙂

In uno scenario così tradizionale, non potevo che cimentarmi in una preparazione altrettanto classica, con tanto di macchina per stendere la pasta!

Ecco i ravioli classici di carne (secondo l’illustrissimo Cucchiaio “ravioli alla milanese”).

INGREDIENTI

Per la pasta

–        100 g farina

–        1 uovo

–        Sale

Per il ripieno

–        200 g arrosto

–        50 g prosciutto crudo*

–        1 uovo

–        Formaggio grattugiato**

–        Sale e pepe

* il prosciutto crudo è più difficile da tritare al mixer perché piuttosto fibroso: potete sostituirlo con il prosciutto cotto, che sicuramente non creerà problemi anche se darà un sapore meno intenso all’impasto

** a me il formaggio grattugiato, in tutte le sue forme, non piace, quindi io non lo metto a prescindere…il risultato è comunque delizioso

 

Procedimento:

Si parte con la pasta: uovo, farina e sale nel mixer e via! Se (come è successo a me) il risultato dovesse restare un po’ appiccicoso, basta aggiungere un pò di farina nel mixer e…via, di nuovo finché non si ottiene la giusta consistenza. Lasciate l’impasto coperto con la pellicola in un piatto.

Mettete nel mixer l’arrosto tagliato a pezzetti, l’uovo, il prosciutto a pezzetti (eventualmente il formaggio) sale e pepe; fate andare per un minuto, un minuto e mezzo a velocità medio-bassa (a meno che non preferiate un ripieno molto più fine, quasi cremoso, allora aumentate potenza e durata).

Mettete l’acqua sul fuoco (e prendete fiato, perché adesso si parte!)

Stendete la pasta a uno spessore sottile o comunque secondo il vostro gusto: tenete solo presente che più è spessa più ci impiegherà a cuocere e più tenderà a coprire il sapore del ripieno.

Preparate dei nastri di sfoglia di una decina di centimetri di larghezza. Con l’aiuto di un cucchiaino mettete piccole palline di ripieno sulla pasta una dopo l’altra per il lato più lungo: non le mettete al centro ma un po’ verso il bordo. Una volta terminata la fila ribaltate il lato della pasta libero sulle palline di ripieno e schiacciate delicatamente intorno al ripieno per chiudergli la pasta intorno. ATTENZIONE: chiudete bene i bordi dei ravioli, altrimenti si apriranno durante la cottura!

Con una rotella o con un coltello, separate i ravioli.

Man mano che li preparate metteteli ad asciugare su un foglio di carta forno spolverato di farina, per evitare che si appiccichino ovunque.

Andate avanti finché non terminate impasto e pasta.

Salate l’acqua e una volta a bollore, versate (con un minimo di delicatezza!) i ravioli pochi per volta.

Mescolate (sempre delicatamente)

I ravioli cuociono in fretta, quindi teneteli d’occhio: in generale sono pronti quando li vedete tutti gonfi: a quel punto li potete scolare e condire (io avevo del ragù in casa, ma anche con del semplicissimo burro e salvia saranno super-buoni!)

Ecco il risultato

Consigli&Suggerimenti

–        I ravioli sono semplici da fare: diffidate da chi vi dice il contrario e non abbiate paura di provare. L’unica cosa è avere un pochino di pazienza…ma nemmeno troppa! Se a un certo punto iniziate a vacillare, potete sempre preparare dei maxi-ravioli, che sono coooooosì chic!🙂

–        Attenzione alle dimensioni dell’uovo quando preparate la pasta. È una cosa che a volte si legge nei libri ma a cui nessuno presta attenzione, invece il rischio è di trovarvi con un impasto troppo appiccicoso o troppo duro. In generale, le ricette si riferiscono a dimensioni medie: se le vostre sono grandi o grandissime dovete aumentare la dose di farina.

–        Pasta, sfoglia, ripieno, ravioli, acqua sul fuoco e piatto in 30 minuti…si può fare, no? …Se poi dovete stendere a mano allora siete scusati!🙂

–        E poi diciamolo…che soddisfazione!!!

Voto finale al libro: 3 stelle

Una sicurezza, sempre


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: